Thursday, October 20, 2011

Cheesecake Sushioso delle Mascotte

Cari amici, eccoci qui a parlare di un dolce che amano in molti inclusa la sottoscritta. Il problema è trovare una ricetta unica che vada bene per tutti ma spesso non è così perchè si trovano versioni americane, italianizzate insomma il cheesecake non è un dolce italiano ricordiamolo. Solo il nome ci dice che CHEESE sta per formaggio e CAKE sta per dolce. Insomma un dolce a base di formaggio molle dal retrogusto un pò acidulo con un base dolce-sapida. A casa mia forse lo mangerebbero solo i miei nipoti visto che non tutti sono aperti verso nuovi sapori. Qui ancora vige la tradizione pura. Noi non andiamo oltre il ciambellone classico e la crostata. Raramente i biscotti o qualche Zuppa Inglese a fare capolino sulla tavola della domenica. Però se ricevo una mail da ILARY, una delle mie mascotte portafortuna (l'altra è ELISA) che mi chiede di fare un cheesecake per la festa del babbo che faccio???? Le ho detto di venire da me dicendole che lo avremmo fatto seguendo una ricetta classica ma cambiando qualche ingrediente di base. "Cambiando l' ordine degli addendi, la somma non cambia" si perchè la nostra ricetta era del tutto sperimentale. ADDIzionata da tante risate.....forse anche per quello che lo abbiamo soprannominato Cheesecake Sushioso perchè ricco, pieno e davvero gustoso. Ecco gli ingredienti: 250 gr Biscotti Digestive Mc'Vities 150 gr burro 20 gr zucchero di canna Sbriciolate i biscotti, unite lo zucchero di canna ed il burro fuso in modo da creare una base per il nostro cheesecake, Usate una teglia meglio se a cerchio apribile, del diametro di 22-24 cm; io incastro la carta forno nello stesso fondo della tortiera poi ungo con dell'olio di nocciole (anche burro va bene) tutta l'altezza dei bordi dandovi una spolverata di farina. Versate il composto di biscotti sul fondo livellando bene il composto aiutandovi con le dita o direttamente con un cucchiaio. Mettete la teglia nel frigo per un’ora in frigo Noi l'abbiamo tenuta in frigo circa 25 minuti ma non credo vi siano problemi se non si aspetta la fatidica ORA di frigo o freezer. PER LA CREMA 3 vaschette di Philadelphia da 250 gr 100 gr zucchero semolato 100 ml di panna fresca 4 uova/ due tuorli e due uova intere 100 gr farina 00 1 bustina di Lievito Pane Angeli Preriscaldate il forno a 180 gradi. Montate le uova con lo zucchero e sbattete il composto affinchè diventi omogeneo. Montate anche il formaggio con un pò di zucchero aggiungendo la vaniglia. Noi abbiamo utilizzato una bella bacca di vaniglia del Madacascar. Non adoro la vanillina. Ora mettete tutto insieme: uova sbattute ed il formaggio, mettete anche 100 ml di panna fresca. Amalgamate bene il tutto affinchè diventi cremoso e senza grumi. In questo momento setacciate la farina 00 ed il lievito e cercate di fare incorporare questi ingredienti. Versate la crema ottenuta nella tortiera e livellatela ed infornate a 180° per 40 minuti e a 150° per altri 20 minuti. Cercate di fare attenzione a non aprire il forno prima che il cheesecake sia pronto per evitare che si abbassi e non cuocia all'interno. Come cuoce??? La prova stecchino dopo una ora è sempre ben accetta. Ma se lo lasciate riposare altri 10 minuti a forno spento e la porta leggermente aperta sarà ancora più soffice e tenderà a non abbassarsi ulteriormente. Per la copertura: io avevo proposto una copertura di gelatina di amarene ma sarebbe andata bene anche un panna acida In America la chiamano Sour Cream, si può trovare in qualche supermercato più fornito, nel banco frigo, anche con il nome di Crème fraiche (di origine francese). Fare la panna acida è molto semplice: 125 gr di yougurt magro (senza zucchero) e 100 ml di panna montata, un cucchiaio di succo di limone.

3 comments:

Ilary said...

...che MAGIA!!!!! :D
Bacetti Veliuzza!!!
Mascotte ❤

Paola said...

Questo è un mio cavallo di battaglia richiesto da alcune persone come fosse ORO. Infatti è un dolce molto particolare, io lo ADORO ma altri lo ODIANO.

Cannella Impazzita said...

io non amo la cheesecake, anche se un giorno ne ho fatta una versione al mascarpone che era davvero super peccaminosa e (ovviamente) goduriosa.
grazie per la dritta per la sour cream!
c*