Friday, June 25, 2010

Crostata semplice alla confettura di amarene

Spesso e volentieri mi capita di assaggiare crostate di buona fattura ma che presentano quel retrogusto di margarina che non riesco proprio a sopportare.
Ma c'è qualcuno ancora su questa faccia della terra che non usa ( parlo perlopiù a livello industriale) la margarina?????
La mia crostata è semplice e facilissima nell'esecuzione. Piace a grandi e piccini ed è buona a tutte le ore. Infatti adesso mi sto degustando un bel caffè di Gianni Frasi ( non è il mio vicino di casa) con una bella fetta di crostata. Sentirsi in colpa??? beh con la prova costume io non ci vado daccordo anzi è tempo perso. Meglio cucinare e degustare.
Poi parlando con un caro amico ( Enrico Caruso) siamo riusciti a venire a capo di tutto "le cose semplici e bone non passano mai di moda....fanno bene alla salute e persino alla gola"

Ecco gli ingredienti e non parlo della prova costume eh????

Crema di panna gr 200
Zucchero semolato gr 150
3 tuorli
400 gr farina 00
50 gr farina di riso o fecola di patate
bacca di vaniglia
1/2 limone grattugiato
mezzo cucchiaino Farina di Mais
mezza bustina lievito per dolci

Lavorare il burro o la crema di panna a temperatura ambiente con lo zucchero semolato, aggiungere le uova e poi pian pianino la farina. il lievito e tutto il resto degli ingredienti. Piccolo suggerimento se non avete una planetaria aiutatevi con una spatola per evitare di surriscaldare troppo l'impasto. Se l'impasto dovesse risultare umido aggiungete dell'altra farina alla bisogna. A volte temperature alte, umidità e persino la grandezza delle uova possono modificare sostanzialmente e a volte purtroppo irrimediabilmente ( non è vero) le proporzioni dell'impasto stesso. Cari amici, divertiteVE.......la pasticceria è chimica per questo ho sempre fame clinica!!!!

Ora foderate lo stampo, stendete la vs pasta frolla su carta da forno se non riuscite a stenderla senza romperla. Ho visto donne in preda a crisi di nervi per la frolla "sfrollata" ma a tutto c'è rimedio.....calma e sangue freddo!

Ponete in mezzo la confettura, fate le strisce in mezzo e buttate al forno a 160° per 40 minuti circa.

3 comments:

marco said...

chef quanto burro? 200 gr? certo 400 grammi di farina in proporzione alla quantità di burro mi sembra eccessiva punti di vistama mi fido.La pasta frolla la bucarelli? ciao chef scusa se mi sbaglio mi corregerete

velia said...

Crema di panna o di latte è totalemente diversa. Non sa troppo di burro anzi di latte.....no non la bucherello. Uheee Chef sono nelle tue mani!

marco said...

velia finiscila ;)) tu non sei nelle mani di nessuno.
Scusa un chiarimento..faccio la pasta frolle quindi con la crema di panna uova zucchero e farina giusto.... ma se usi il burro quanto burro quanta farina qunti tuorli? scusa chef sono un asino ma cerco di capire per capirmi mi hai perdonatooooo