Wednesday, July 30, 2008

Alla Ricerca del Piatto Perduto



Cari Signori,
eccoci arrivati a fine Luglio e come di consueto il nostro paesello Monterubiaglio si prepara per la sagra che in questi ultimi anni lo ha reso celebre protagonista del buon mangiare e bere. Sono fiera di presentare nel mio piccolo angolo questa splendida festa.....complimenti a tutti. Con la collaborazione dei giovani Ass. Pro Loco di Monterubiaglio e di tutta la gente del paese ecco che esce fuori un evento da non perdere...


Dal 31 Luglio al 3 Agosto 2008


ore 20,00 apertura della Sagra


Maccheroni alle Rigaglie


Gnocchi al Sugo di Castrato


Baccalà ai Ceci


Oca Arrosto


Coratella


Tozzetti, Vinsanto e Vino


Primo weekend di Agosto : Alla ricerca del piatto perduto
di Nicola Zappitello
Un tuffo nel passato, un intero paese in fibrillazione gente che va e gente che viene ed un dolce profumo che attraversa tutti i vicoli dell’antico borgo medievale. Questa è “Alla ricerca del piatto perduto” manifestazione che ogni anno puntualmente da un po’ di tempo a questa parte anima le serate agostane di Monterubiaglio.
Un tuffo nel passato in piena regola una goliardica rivisitazione culinaria che fedelmente mani sapienti riproducono facendo attenzione ad ogni minimo dettaglio. Si torna a più di cinquanta anni fa quando nei giorni di festa le massaie davano sfogo alla loro inventiva accontentando tutti grandi e piccini con le loro semplici ma succulente portate.
Erano queste le occasioni in cui ci si ritrovava tutti insieme per il meritato riposo dopo giorni e giorni di duro lavoro.
Già il lavoro quello nei campi nelle vigne negli uliveti che abbelliscono il dolce declivio monterubiagliese anche lì il sudore e la fatica si mescolavano alla gioia dell’incontro conviviale attorno alla tavola imbandita. Così si spiega questa antica ma sempre attuale riproposizione che la Pro- loco e l’intera cittadinanza portano avanti con sacrificio e soddisfazione. Orgogliosi quindi di sventolare una bandiera quella della tradizione sempre viva in tutti noi anche nell’era della globalizzazione e dello slow food.
Ma dopo questo elogio campanilistico al mio paese niente di male visto che siamo sul sito a lui interamente dedicato è ora di allettare i palati anche quelli più sopraffini e difficili. Dopo un antipasto che definirlo tale è quasi un’eresia o dopo quella che è solo il preludio al trionfo della cucina nostrana “la tortuccia” che per chi non la conosce è pasta del pane stesa e fritta ecco i primi. La scelta non casuale cade su due momenti importanti della vita contadina che associava l’utile al dilettevole : la trebbiatura e la domenica giorno di riposo per chi durante la settimana sgobbava da mattina a sera. Giunio ci propone i suoi maccheroni con il sugo di pollo mentre il dì di festa offre gli gnocchi al sugo di castrato.
Il suono delle campane scandiva la giornata lavorativa sacro e profano si associavano ripetutamente ed uno dei contesti preferiti era proprio quello della tavola. Ricordo dei giorni di vigilia quando di mangiare carne era quasi sacrilego è il baccalà cotto ai carboni con i ceci mentre per gli altri giorni….. sicuramente va ricordata la tanto rinomata oca arrosto con patate il piatto per eccellenza della Sagra. Concludono questa stupenda e succulenta carrellata la “coratella d’agnello” e “la trippa “ portate che certamente non hanno bisogno di alcuna presentazione da gambero rosso. Per chi proprio non è tollerante a questo o quel piatto c‘è una specie di ancora di salvezza rappresentata dalla classica salsiccia.
Contorni a parte tutta la lauta cena sarà innaffiata dai Vini della Cantina Monrubio frutto del lavoro di intere generazioni che si alternano da sempre tra le vigne che tutto il Mondo ha imparato a conoscere. Che dire infine l’invito è rivolto a tutti a gustare l’intero menù ed a visitare il borgo medievale avvolto almeno per queste stellate serate da un’atmosfera un po’ più speciale.



10 comments:

Dolcetto said...

Quello sì che è un menù come si deve!! Altro che costine e patatine!!

Fra said...

Ohhhh mi piacerebbe tantissimo organizzare una bella gita anche perchè non ho mai visitato quella zona...chissà magari riesco davvero a venire
Un bacio e grazie per la segnalazione

velia said...

@Dolcetto: Credimi è una grande gioia vedere le donne del paese cucinare tutte insieme come si usava fare un tempo....e questo succede proprio davanti a noi! Loro cantano si divertono e sfornano piatti della tradizione!
@Frà quando vieni fammi una chiamata...qui ci sono posti meravigliosi dove andare a dormire e se la casa in campagna è sfitta allora puoi anche stare là...
Un abbraccioooo

Anto said...

Vengo anche io.......sono circa due anni che devo tornare ma sembra sempre così difficile!
Are you there?

velia said...

Ammazza che tempismo....aspetta un secondo.....torno subito...ah ecco dovevo uccidere una zanzara tigre...
Allora la sagra inizierà stasera e so già che i Monterubiagliesi son carichi di entusiamo. Ho chiamato mamma e mi ha riferito che questa mattina c'era un bel via vai dei "festaroli"
(coloro che organizzano)in piazza....donne con mega ceste su e giù per la strada: so che hanno già iniziato a preparare i panetti per le tortucce....che fame!!!!
Torno in cucina sennò stasera non mangia nessuno....
Chiamami al locale quando hai tempo! Baciotti

Anto said...

Caso mai passo da te domani sera se riesco a liberarmi....
Saluti

Ady said...

Ciao Velia, grazie della tua e-mail, non conoscevo il tuo blog, adoro l'Umbria e appena mi è possibile ci vado molto sempre volentieri!
un abbraccio

Anonymous said...

Ma sei di Monterubiaglio Vè? Mica lo sapevo...
stavo giusto cercando qualche informazione per andare in questa festa stasera (che per motivi di lavoro ho sempre salato), se la consigli anche tu allora sto tranquillo :)))
Simone Stopponi

velia said...

@Ady:Che onore averti sul mio blog...proprio ieri sera ho dovuto assistere ad una discussione di due ragazze che facevano a gara nel dire che il loro ciambellone era meglio dell'altro....insomma ho detto di andare a vedere il tuo blog...stasera mi diranno!
Un abbracciooooo!

Grande Simo...uheee un artista dietro all'altro! Ieri sera la festa è stata fantastica..la gente credo che stia prenotando. Forse io andrò domenica sera.
Organizziamoci per fare una serata qui da noi...

Ferocino said...

Stasera è stato un trionfo.
La coratella era divina ed anche se noi abbiamo lavorato ci siamo divertiti......
Abbiamo persino terminato ballando un bel liscio com Mariuccio e Derio... La Simo ha rischiato grosso!