Administrator

Search

Loading...

Popular Posts

Follow by Email

Thursday, October 8, 2009

Piccoli e preziosi granelli di semola....

COUS COUS …. kuskusu, kisksu, siksu, kusksi, kuskus
Chissà quanti di noi si saranno si saranno imbattuti nell’assaggio del mitico Cous Cous. Sulle nostre tavole lo troviamo sempre più spesso anche se le sue radici affondano nell’Africa Nera sino ad espandersi verso il medio oriente.
Il cous cous un piatto costituito da piccolissimi granelli di semola cotti al vapore, e la sua storia inizia tra le popolazioni berbere.
Prodotto principale del Nord Africa da cui sembra aver origine dal popolo dei berberi , è piatto nazionale in Marocco, Algeria e Tunisia. Gli gli storici raccontano che i Berberi lo utilizzavano già nell' XI° secolo . Verso la fine del XIII secolo troviamo qualche menzione del piatto in un libro di cucina scritto dallo storico siriano Aleppo.
In assenza di altre fonti scritte e l’impossibilità di trovare reperti archeologici precedenti visto che le prime couscoussiere erano di terracotta e fibra di palma intrecciati, materiali delicati e soggetti a deperire col passare del tempo non è possibile la datazione precisa della sua diffusione nel Nord Africa.
Quando i Mori conquistarono la Penisola Iberica portarono con se la tradizione del Cous Cous, la cui popolarità si diffuse rapidamente. I Mori lo consumavano soprattutto durante riti e celebrazioni religiose, ed è per questo che l' Inquisizione lo considerò un “cibo proibito” e ne vietò l'utilizzo ed il consumo.
Un cibo culturale sinonimo di aggregazione consumato come piatto unico tradizionalmente veniva servito in un enorme piatto rotondo a cui attingono tutti i commensali, i più esperti lo mangiano con le mani, prendendo un pezzo di carne o di verdure e formando una pallina con il couscous.
simile al riso e al pane è economico, molto nutritivo e puo essere conservato a lungo, il che lo rende il cibo ideale per le carovane delle popolazioni nomadi, che ne fanno grande uso
Questi piccoli granelli di cibo permettono inoltre l'espressione delle identità nazionali e religiose. Le donne lo preparano solitamente durante le riunioni di famiglia per matrimoni, nascite e feste e questo fa sì che il Cous Cous venga identificato con l'idea di amore, gioia e conforto. Il Cous Cous è anche il cibo principale del Venerdì e delle celebrazioni che segnano la fine del Ramadan e, grazie a questi usi, viene associato anche ad un'idea di abbondanza, fertilità, fedeltà e benedizione divina. Durante la sua preparazione è proibito alle donne parlare di argomenti nefasti: devono invece fare invocazioni, conversare di argomenti religiosi, di prosperità, affetti e buoni propositi.
Questo tradizionale piatto berbero richiede un tempo di preparazione piuttosto lungo: il semolino va prima inumidito, poi si preparano i granelli che verranno ricoperti da una finissima farina di grano.
Metodo di cottura : Il Cous Cous va cotto in una particolare pentola a vapore chiamata Couscussiera oppure in poca acqua bollente e va condito con burro e olio; va lavorato ogni 10 – 15 minuti, per evitare che si formino granelli troppo compatti. È pronto quando i granelli si presentano umidi, soffici, ma ben separati tra loro.
Il miglior consiglio è quello di tostarlo leggermente con un un po’di olio in modo che rimanga al dente. Noi Italiani amiamo testare in primis il sapore della semola al dente.

A parte facciamo bollire l’acqua con aggiunta di olio e poi fuori dal fuoco uniamo l’acqua poco a poco sul Cous Cous che va girato velocemente. La crescita immediata del Cous Cous ci permetterà di vedere quanta acqua necessita perciò alla fine si aggiungerà un goccio di olio per evitare che i granelli si attacchino e si ricoprirà la pentola con un panno o con lo stesso coperchio. Perciò in 10-15 minuti il cous cous sarà pronto per essere sgranato e condito a proprio gusto.
Cous Cous di Verdure e salsa di Avocado
Ingredienti per circa 4/6 persone

2 carote, 3 zucchine, 1 costa di sedano, 1 cipolla rossa media, 15 pomodorini pachino, rucola, basilico, Olio Extra vergine, sale e pepe q.b
1 avocado maturo medio
1 lime
1 busta di Cous Cous precotto da 300 gr Acqua 500 ml circa

Mettiamo a bollire l’acqua con le carote, il sedano e la cipolla rossa, 3 o 4 bacche di pepe nero, olio e sale per circa 10 minuti facendo attenzione affinché l’acqua non si consumi e aggiungendone dell’altra in caso di bisogno. Questo servirà a creare il brodo di cottura del Cous Cous .
Tostiamo il Cous Cous in una pentola con due o tre cucchiai di olio.
Togliere le verdure dall’acqua di cottura e fuori fiamma aggiungere il brodo bollente sul Cous Cous. Mescolare fino a cottura ultimata per poi sgranarlo con le mani per farlo gonfiare ulteriormente. Su un ampio vassoio da portata versare il cous cous facendo attenzione a non comprimerlo.
A parte tagliamo finemente le verdure cotte nel brodo aggiungendo pomodorini, rucola e basilico. Sgranare il Cous Cous incorporando le verdure e aggiustando di sale, pepe e olio.
Con un frullatore ad immersione lavoriamo l’avocado con il succo di lime, olio extravergine e basilico. La salsa la utilizzeremo per guarnire il piatto finale e per condire Il nostro Cous cous alle verdure.

Sunday, October 4, 2009

DEGUSTIBOOKS.......

Duetto d'eccezione per il primo Food Show


Lunedì 14 Settembre 2009 09:23 Adele

Attesissimo per deGustiBooks il ritorno con l'appuntamento quotidiano dei Food Show, in cui affermati chef intratterranno il pubblico con la preparazione di golose ricette in diretta, delle vere e proprie lezioni di alta cucina.

Si parte con un duetto del tutto nuovo quest'anno: Velia De Angelis, volto tra i più noti di Chef per un giorno il programma televisivo in onda su Discovery Real Time e su la 7 che trasforma il Vip di turno in un aspirante cuoco, che porterà a deGustiBooks tutte le suggestioni della cucina umbra, intrecciandole alle fragranze del golfo di Napoli, e Maurizio Di Mario, genio creativo della pasticceria italiana, consulente ricercatissimo in Italia e all’estero, soprattutto negli Stati Uniti. Saranno loro i protagonisti del primo Food Show giovedì 15 alle 18.00. Ultimo aggiornamento ( Lunedì 14 Settembre 2009 09:29 )

Paperblog

About Me

My Photo
Chef per sacrificio e LIFE-blogger per caso

Share It

Followers